×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232
Giu 30

1 2 3 4 OBBLIGATORIO NORMA UNI8065 OBBLIGATORIO NORMA UNI8065 CON DUREZZA TEMPORANEA > 25° F OBBLIGATORIO NORMA UNI8065 OBBLIGATORIO NORMA UNI8065 CON DUREZZA TEMPORANEA < 25°F FILTRO es: LINDO/B 1” ADDOLCITORE es: CABINATO SPECIAL DIGIT M17 PROTETTIVO FILMANTE es: EUROCLEAR XS TOTAL BIO da inserire in circuito con defangatore/caricatore Thermomix DOSATORE es: D/BLU/R by pass

Giu 30

NORMA UNI-CTI 8065... per ottimizzare rendimento, sicurezza e minimizzare i consumi energetici...• PER IMPIANTI DI RISCALDAMENTO fino a 350 Kw - durezza totale da 0-35°F è OBBLIGATORIO: FILTRO + PROTETTIVO FILMAN TE - durezza totale oltre 35°F è OBBLIGATORIO: FILTRO + ADDOLCITORE + PROTETTIVO FILMANTE • PER IMPIANTI DI RISCALDAMENTO oltre 350 Kw - durezza totale da 0-15°F è OBBLIGATORIO: FILTRO + PROTETTIVO FILMANTE - durezza totale oltre 15°F è OBBLIGATORIO: FILTRO + ADDOLCITORE + PROTETTIVO FILMANTE • PER ACQUA CALDA SANITARIA - durezza temporanea da 0-25°F è OBBLIGATORIO: DOSAGGIO POLIFOSFATI (addolcimento facoltativo) - durezza temporanea oltre 25°F è OBBLIGATORIO: ADDOLCITORE (dosaggio consigliato)

Giu 30

LEGGE 46 DEL 05/03/90 ... da applicare a tutti gli edifici destinati ad uso abitativo, a studio professionale o a sede di persone giuridiche private, associazioni, circoli, conventi o simili... PROGETTISTI ED INSTALLATORI SONO A) Tenuti a realizzare impianti a norma di legge (ART.7)\ B) Rilasciare il certificato di conformita’ (ART.9) C) considerare che sono 10 gli anni di responsabilita’ diretta dell’installatore su impianti realizzati (DPR 224/88)

Giu 30

Disposizioni tecniche concernenti apparecchiature finalizzate al trattamento dell’acqua destinata al consumo umano. IL MINISTRO DELLA SALUTE Visto il decreto ministeriale 21 dicembre 1990, n. 443, concernente “Regolamento recante disposizioni tecniche concernenti apparecchiature per il trattamento domestico di acque potabili” ART. 1 Definizioni 1. Il presente decreto stabilisce prescrizioni tecniche relative alle apparecchiature per il trattamento dell’acqua destinata al consumo umano, individuate dall’articolo 11, comma 1, lettera i) del decreto legislativo 2 febbraio 2001 n. 31, e successive modificazioni, e distribuita sia in ambito domestico che non domestico. 2. Ai fini del presente decreto si applicano le definizioni di cui ai regolamenti (CE) n. 178/2002 e n. 852/2004 nonche’ quelle conte- nute nei decreti legislativi 6 settembre 2005, n. 206 e 2 febbraio 2001, n. 31 e successive modificazioni....

Giu 30

Regolamento concernente i materiali e gli oggetti che possono essere utilizzati negli impianti fissi di captazione, trattamento, adduzione e distribuzione delle acque destinate al consumo umano.

Giu 30

Regolamento recante definizione dei criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari, a norma dell’articolo 4, comma 1, lettere a) e c), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192. (13G00114) - Il Presidente della Repubblica (GU n. 149 del 27-06-2013) Il Presidente della Repubblica, con il Decreto 16 aprile 2013, n. 74, articolo 8, definisce i criteri generali per la prestazione energetica degli impianti termici. Riportiamo estratto dell’art. 8, comma 1, lettera c): In occasione degli interventi di controllo ed eventuale manutenzione di cui all’articolo 7 su impianti termici di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale maggiore di 10 kW e sugli impianti di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale maggiore di 12 kW, si effettua un controllo di efficienza energetica riguardante: [...]; c) la verifica della presenza e della funzionalità dei sistemi di trattamento dell’acqua, dove previsti.

Giu 30

IL TRATTAMENTO ACQUE DIVENTA OBBLIGATORIO PER LEGGE: ART. 4 COMMA 14 Criteri generali e requisiti delle prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti. ..14. Per tutte le categorie di edifici, cosi’ come classificati in base alla destinazione d’uso all’articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, nel caso di edifici di nuova costruzione e ristrutturazione di edifici esistenti, previsti dal decreto legislativo all’articolo 3, comma 2, lettere a), b) e c), numero 1), limitatamente alle ristrutturazioni totali, e nel caso di nuova installazione e ristrutturazione di impianti termici o sostituzione di generatori di calore, di cui alla lettera c), numeri 2) e 3), fermo restando quanto prescritto per gli impianti di potenza complessiva maggiore o uguale a 350 kW all’articolo 5, comma 6, del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412